PonteRadio, la web-radio dell’Università della Calabria, riaccende i microfoni per il 12-esimo anno

/ ottobre 28, 2018/ Redazione News

Il 29 ottobre, a partire dalle 17, diretta condivisa con tutte le voci della stagione 2018/2019

Di Danilo Russo

Dodici anni di web-radio. Dodici anni di programmi, promesse, ritardi, di buone e cattive intenzioni. Dodici anni di appuntamenti disattesi, precarietà e cambiamenti. PonteRadio è stata la scusa (o l’opportunità) che ha formato, fatto crescere e divertito centinaia di studenti; è stata ma soprattutto continua ad essere.

Un ponte, diventato simbolo, luogo d’incontro e punto di riferimento. Due chilometri d’acciaio che collegano luoghi opposti, superano ostacoli e mettono in comunicazione realtà che altrimenti distanti non interagirebbero mai. E la radio? La radio fa un po’ tutte queste cose, ma senza grossi aiuti: e c’è da andarne fieri o forse c’è da interrogarsi una volta di più.

In questi anni abbiamo cambiato 3 sedi, ospitato numerosissimi artisti, docenti e realtà locali. I nostri microfoni hanno accolto risate, discussioni, addii e ritorni; e quando, nei momenti difficili, rischiavamo di non esserci, tornavamo a farci sentire più forte. Sempre lì, a trovare il ritmo e la frequenza giusta, che per noi non passa da un’antenna ma da una cosa che si chiama passione. La stessa passione che ci ha fatto passare dal web alla filodiffusione e che quest’anno speriamo di migliorare ancora in termini qualitativi e non solo.

Siamo noi che alle pensiline vi facciamo sentire il notturno di Chopin e gli Arcade Fire, passando per Bob Dylan, Mina, Cosmo, Future Island, Battiato, Radiohead, The Strokes, Battisti, Smashing Pumpkins, De Andrè. E la lista potrebbe continuare e sarà sempre più lunga, sempre più bella ed anche più contraddittoria.

Ma è mai possibile che in un articolo scritto per presentare la nuova stagione radiofonica ancora non si è parlato dei programmi che andrete ad ascoltare? Questo succede per via di quella cosa che siamo in ritardo, ma rimediamo, alla fine si rimedia sempre. E quindi partiamo subito: Quest’anno avremo qualche riconferma e molte novità. Torna Quasi una Fantasia, il programma di musica classica che andrà in onda tutti i mercoledì dalle 19 alle 20 a cura di Marco Gatto, Domenico Passarelli, Paolo Lauciello, Piergiuseppe Pandolfo, Matteo Chiellino con la regia di Roberto Boschelli;

InJoy, che racconterà, giovedì dalle 19 alle 20, il mondo degli ingegneri gestionali e del percorso che i laureati in questo settore compiono dentro e fuori l’Unical, a condurlo ed a curarne la regia, Alessandro Ceravolo; Ritorna anche Marco Carrozzino, con la regia di Salvatore Cairo, ed il suo 90-00
The Golden Years, l’appuntamento che ripercorre il decennio di musica e costume degli anni 90, in onda mercoledì dalle 14 alle 15; Cine-Doc, il programma dedicato al cinema documentario condotto da Melina Craveli e Antonio Capocasale per la regia di Diego Bucchino, in onda  a partire da lunedì 12 novembre dalle 18 alle 19.

Lunedì 29 ottobre, a partire dalle 17, potrete ascoltare, in streaming e in filo diffusione, la diretta che inaugura la stagione.
Uno speciale condotto da Danilo Russo, con la regia di Mario Cimieri e la partecipazione di Paola Migliari, in cui andremo a svelarvi il resto del nostro palinsesto raccontato direttamente dalle voci dei protagonisti.

Presenteremo, tra gli altri, Una manciata di Motivi curato da Noemi Guido, un viaggio in musica alla (ri)scoperta del cantautorato italiano contemporaneo e del passato partendo dalle regioni d’Italia; E poi ancora Letteralmente Musica, in cui Valeria Russo (no, non siamo parenti) ci farà riflettere e divertire analizzando i testi ed i rimandi culturali dei brani musicali più conosciuti (e non solo); Matricole Fuori Corso è il programma condotto da Jennifer Golemme e Rosita Vairo che vi racconterà la vita dello studente nell’ambito universitario e privato; Avremo anche un programma dedicato alle giovani band emergenti del territorio; Un programma di approfondimento culturale e sociale e infine chiuderemo in bellezza, con un programma di surrealismo e divertimento puro.

Questi gli ingredienti e le voci che andranno ad animare i microfoni di PonteRadio in questa prima parte dell’anno. Molte cose sono in divenire e tante altre cambieranno ma ci siamo ed avremo modo di “conoscere, conoscersi e forse anche di conoscerci” (citazione di nicchia, ma inevitabile).
Buona PonteRadio a tutti.

Condividi l'articolo
Share this Post