GLI INSOLITI NOTI: Yeah Yeah Yeahs, il rock inusuale degli anni 2000

/ marzo 27, 2017/ PROGRAMMAZIONE SETTIMANALE

di Gaetano M. Giaimo

Un altro lunedì è arrivato: quale miglior modo di aprire la settimana che con una puntata de Gli insoliti noti ? Anche questa settimana Jacopo e Gaetano, accompagnati in regia da Danilo, sono pronti a portarvi nei meandri della celebrità, facendovi scoprire personalità poco conosciute che hanno però importanza nel loro campo. In tutto questo non mancheranno risate e battute di pessimo gusto, sempre alle ore 16:30 su PonteRadio unical!

Scopriamo subito quali personalità verranno analizzate dai nostri due strampalati conduttori! Per quanto riguarda la musica si parlerà degli Yeah Yeah Yeahs, trio statunitense che verrà ampiamente trattato all’ interno di questo articolo; in ambito sportivo ci verranno narrate le gesta di Paolo Bettini mentre, nella sezione letteraria, verrà dato spazio a Giant Killing. Per sapere qualcosa di più sul ciclista olimpionico italiano e sull’ opera di Tsunamoto e Tsujimoto basterà sintonizzarsi sul nostro portale alle ore 16:30, mentre qui di seguito potrete avere un piccolo assaggio su quanto verrà discusso all’ interno della prima parte della puntata!

Gli Yeah Yeah Yeahs sono un trio alternative rock nato a New York e formato dalla cantante Karen O (abbreviazione per Orzolek), dal chitarrista Nick Zinner e dal batterista Brian Chase. Karen, di origine polacca e sudcoreana, conosce Chase nell’ Ohio, prende lezioni di chitarra e registra qualche pezzo prima di trasferirsi a New York, dove inizia una collaborazione con Nick Zinner, fotografo giramondo. I due compongono a lungo insieme sotto il nome di United prima di rivolgersi all’ amico di vecchia data della Orzolek per mettere su una band e, nonostante l’assenza di un bassista, nel 2000 il trio prende ufficialmente forma, prendendo il proprio nome dallo slang newyorkese. Vengono chiamati per fare da spalla ai White Stripes nello stesso anno, incidendo nel 2001 il loro omonimo EP di debutto. Nel 2002 vanno in tour con i Girls Against Boys, andando poi a suonare in Europa con i Jon Spencer Blues Explosion, band preferita di Karen. I tre hanno addirittura l’occasione di suonare con David Bowie nel giugno dello stesso anno, tornando poi a lavorare per registrare il proprio primo LP. Tornati a Brooklyn, gli YYYs (questa è la sigla con la quale sono conosciuti) danno alla luce Fever To Tell, prodotto a Londra per la Universal insieme ad Alan Moulder. Il disco d’esordio raggiunge buoni piazzamenti in classifica di vendite sia in Regno Unito che negli USA e ad esso segue un DVD live, Tell Me What Rockers to Swallow, registrato nel 2004 a San Francisco. Segue un anno di pausa durante il quale il trio porta avanti diversi progetti paralleli prima di pubblicare, nel 2006, Show Your Bones, album registrato a Los Angeles sotto la produzione di Squeak E. Clean e dal quale verranno estratti i singoli Gold Lion, Turn Into e Cheated Hearts. Le classifiche sorridono ancora di più agli Yeah Yeah Yeahs in questo caso, che ottengono anche una nomination ai Grammy Awards. Ancora una volta i tre vanno in tour negli Stati Uniti prima di rilasciare un EP, Is Is, nel 2007. Nel 2009 uscirà It’s Blitz!, loro terzo album, pubblicizzato dai singoli Zero, Heads will roll e Skeletons; questa volta il produttore è Nick Launay, aiutato da Andrew Sitek. Anche questa volta la band ottiene la nomination ai Grammy nella categoria Best Alternative Music Album. Nel 2011 Karen O registra, insieme a Trent Reznor dei Nine Inch Nails, una cover di Immigrant Song che entrerà come colonna sonora dei titoli di testa di Uomini che odiano le donne. Nel 2013 il singolo Sacrilege fa da apripista al loro quarto album, Mosquito, che uscirà ad aprile dello stesso anno e verrà prodotto da Launey, Sitek e James Murphy.

Pronti dunque a sintonizzarvi alle ore 16:30 su PonteRadio Unical per ascoltare cosa avranno in serbo per voi, ancora una volta, Gli Insoliti Noti!

Condividi l'articolo